Per gli ex licei si poteva fare meglio

DiRedazione

Per gli ex licei si poteva fare meglio

Il segretario di federazione PD Massimiliano Roventini, prendendo spunto da un twitter del Sindaco Giuliani, gratificato, ci annuncia il nuovo bando per la vendita degli ex licei. Entrambi parlano di riqualificazione dell’area, peccato che la riqualificazione non sia più prevista dalla variante al Piano che cita: “–eliminazione a carico degli attuatori, della sistemazione di Piazza dei Grani, perché intervento eccessivamente oneroso”. Così come “..non si prevedono opere di urbanizzazione o altri oneri da porre a carico del soggetto attuatore”. Non vorremmo limitarci a rilevare l’eccessivo ribasso d’asta, siamo passati da 2,274 milioni a 946 mila euro, per non dover passare dai soliti rompiscatole mai contenti, del resto c’è la crisi; ma forse, se ci avessero ascoltato quando proponemmo di legare agli ex licei alcune pertinenze come il piazzale d’alaggio, forse l’investimento sarebbe stato più appetibile, la base d’asta più alta e l’intervento più coerente con la possibile vocazione turistica ricettiva dell’area. Bisogna altresì dire che la variante ha veramente spianato la strada all’acquisto, che se da una parte è positivo, dall’altra si svelano per noi forti elementi di preoccupazione riguardanti i cittadini del centro storico che ultimamente ci paiono poco ascoltati, soprattutto dall’amministrazione. Quello che ci preoccupa di più è la parte della variante che riguarda i parcheggi, infatti, se dove in origine c’era scritto :“ …realizzazione nel sottosuolo dei parcheggi pertinenziali e le soste di relazione”, nella nuova versione appare la possibilità di interessare porzioni di terreno di proprietà comunale esterne all’area di sedime dei fabbricati. Ma non basta, la variante aggiunge una nota sibillina: I suddetti parcheggi pertinenziali e di relazione, previa convenzione con il Comune, potranno essere realizzati anche in altre aree di proprietà comunale, prossime alla zona d’intervento. A questo punto i residenti del centro storico, già vessati per il decoro, i miasmi e la sicurezza, lo saranno anche per la difficoltà di trovare un parcheggio. L’ascolto evidentemente non è l’elemento forte del PD piombinese.

 

Riccardo Gelichi

Portavoce Ascolta Piombino

Info sull'autore

Redazione editor

Commenta