sicurezza urbana

DiRedazione

sicurezza urbana

COMUNE DI PIOMBINO

Provincia di Livorno

Gruppo Consiliare

Ascolta Piombino

Ferrari Sindaco

Forza Italia

lì, 06/11/2017………..

 

OGGETTO:   Presentazione ai sensi dell’art. 37 del Regolamento delle attività del Consiglio comunale della MOZIONE in merito a promuovere tutte le iniziative necessarie per garantire il bisogno primario di sicurezza promanato dai cittadini, attraverso tutte le politiche necessarie che possano essere messe in campo.

MOZIONE

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che i cittadini della città di Piombino esprimono la necessità di essere messi nelle condizioni di potersi muovere liberamente e con serenità, nelle ore diurne e notturne in tutti i luoghi della città.

Visto che negli ultimi periodi si sono verificati ripetuti episodi criminali, di piccola media e grave entità, ma soprattutto vista la necessità di prevenire situazioni di insicurezza palesi e continuate e di garanzia del patrimonio pubblico, privato e del decoro urbano.

Ricordato che nonostante l’impegno delle forze dell’ordine, questo non sia palesemente sufficiente a garantire un livello di sicurezza adeguato alle aspettative dei cittadini.

Preso atto della chiusura degli uffici di Polizia Ferroviaria nella stazione di Campiglia Marittima; fatto che determina un’evidente mancanza di presidio delle forze dell’ordine sul territorio della Val di Cornia in un’area strategica di percorrenza.

Considerata la necessità di un’assunzione di responsabilità cui sono investite le amministrazioni locali a garanzia del diritto alla sicurezza del cittadino, che le chiama ad assumersi un ruolo nell’adozione di politiche precise e oggettive per la sicurezza urbana, attraverso un’azione integrata con il concorso di organismi provinciali, regionali e nazionali.

Valutato la necessità di istituire un “Tavolo per la Sicurezza” con i Comuni della Val di Cornia, per valutare future strategie per il controllo del territorio e favorire lo scambio di buone pratiche e possibili sinergie; di concerto con l’osservatorio regionale sulle politiche integrate per la sicurezza, valutando tutte le opportunità progettuali ivi proposte per interventi a favore della sicurezza urbana e la video sorveglianza, con i relativi investimenti di spesa, cui i Comuni possono attingere.

Valutato inoltre con il Prefetto la possibilità di mettere in sinergia le varie componenti delle forze dell’ordine, anche miste, per poter organizzare pattuglie disponibili.

Ritenuto opportuno valutare con attenzione un’ integrazione degli strumenti di controllo del territorio che vadano oltre la partecipazione sul tema della civile convivenza, e si proceda alle seguenti indicazioni. Un allungamento dell’orario di servizio della Polizia Locale e contestualmente a stipulare una convenzione con un istituto di vigilanza privata cui affidare la vigilanza del patrimonio pubblico, dei parchi cittadini e indirettamente il monitoraggio del territorio nelle ore notturne, garantendo una copertura integrale della giornata. Questo chiaramente sotto l’egida della Polizia di concerto con Questura e Prefettura.

 Ritenuto opportuno altresì per il sito della Stazione di Campiglia, di valutare con i Comuni limitrofi, l’estensione della richiesta per essere inseriti all’interno dell’operazione “ Strade Sicure”, favorendo la presenza di una pattuglia dell’Esercito nelle forme e modi che saranno ritenuti più opportuni.

IMPEGNA SINDACO E GIUNTA a prendere atto delle succitate indicazioni e avviare rapidamente tutte le azioni necessarie per darne seguito; la dove fosse necessario il reperimento di risorse dedicate, di cercare tutti gli strumenti possibili all’interno e all’esterno delle risorse disponibili dell’Ente, per rispondere oggettivamente alle richieste dei cittadini in termini di sicurezza urbana.

 

Il/I Consigliere/i

Il/I Gruppo/i Consiliare/i

Data_06/11/2017____________                                                   Gelichi Riccardo

Ferrari Francesco

Firma autografa omessa ai sensi dell’art.3 Dlgs. n. 39/1993

Info sull'autore

Redazione editor

Commenta