Mozioni passate

DiRedazione

progetto amici

COMUNE DI PIOMBINO

PROVINCIA DI LIVORNO

Medaglia d’Oro al Valore Militare

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria del ventiquattro gennaio duemiladiciotto

MOZIONE presentata dal Consigliere Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino) in merito al progetto aMici

L’anno duemiladiciotto e questo dì ventiquattro del mese di gennaio alle ore 10,05 nel Palazzo Civico di Piombino, a seguito di convocazione ai sensi dell’art. 49 dello Statuto si è riunito in seduta ordinaria di 1^ convocazione il Consiglio Comunale della Città di Piombino.
Presiede l’adunanza il Sig. Angelo Trotta con la partecipazione della Dr.ssa Maria Luisa Massai Segretario Generale incaricato della redazione del presente verbale.

All’appello nominale risultano presenti i Signori:

Consigliere

Presente

Assente

Giuliani Massimo (Sindaco)

X

Barsotti Rinaldo

X

Belmonte Alessandro

X

Bezzini Carla

X

Braschi Maria Grazia

X

Callaioli Fabrizio

X

Corsini Michela

X

Cremisi Eleonora

X

Della Lena Lucrezia

X

Ferrari Francesco

X

Filacanapa Sergio

X

Gelichi Riccardo

X

Geri Bruna

X

Consigliere

Presente

Assente

Gottini Mario

X

Lessi Andrea

X

Mosci Marco

X

Ninci Susy

X

Parietti Elena

X

Pasquinelli Daniele

X

Persiani Alessandra

X

Pietrini Valerio

X

Rosalba Ettore

X

Spagnesi Massimiliano

X

Tommasi Lorena

X

Trotta Angelo

X

Presenti 22 su 25 componenti assegnati al Comune e 25 in carica.

Il Presidente riconosciuta la validità del numero legale per deliberare, dichiara aperta la seduta. Gli scrutatori designati sono i Signori:

1° Alessandra Persiani 2° Lucrezia Della Lena 3° Carla Bezzini

Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000, del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate; sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa.

Punto 13) all’ordine del giorno:
“MOZIONE presentata dal Consigliere Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino) in merito al progetto aMici”.
(ALLEGATO A)

Il consigliere Gelichi illustra l’argomento, seguono gli interventi di Ninci, Barsotti, Bezzini, Mosci, la replica di Gelichi, l’intervento dell’Assessore di Giorgi, interventi riportati nel verbale della seduta odierna.

Consiglieri presenti e votanti n. 20:

Sindaco Giuliani, Barsotti, Belmonte, Bezzini, Braschi, Corsini, Della Lena, Filacanapa, Gelichi, Geri, Gottini, Mosci, Ninci, Pasquinelli, Persiani, Pietrini, Rosalba, Spagnesi, Tommasi, Trotta.

Consiglieri votanti n. 19 Voti favorevoli n. 19:

PD – Spirito Libero – Sinistra per Piombino – Movimeto 5 Stelle – Ascolta Piombino

Astenuti n. 1:

Bezzini (Un’Altra Piombino)
Il documento E’ Approvato.
Alle ore 13,00 viene sospeso il Consiglio comunale che riprenderà nel pomeriggio.

Diadmin

Mozione Cittadella della Solidarietà

COMUNE DI PIOMBINO

Provincia di Livorno

Gruppo Consiliare Ascolta Piombino

lì, ..15/06/2015

 

Al Sig. Sindaco

Al Presidente del Consiglio comunale

del Comune di Piombino

 

 

OGGETTO: Presentazione ai sensi dell’art. 37 del Regolamento delle attività del Consiglio comunale della MOZIONE in merito a Cittadella della Solidarietà

 

MOZIONE

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

 

Premesso che   Il 13,2% delle famiglie italiane vive in condizioni di povertà; sono questi i numeri delle ultime stime nazionali e guardando alla nostra città, dato il particolare momento che stiamo attraversando, si annuncia il rischio di emergenza sociale.

 

Visto che La Lista Civica Ascolta Piombino vuole suggerire all’Assessore alle politiche sociali Di Giorgi, la possibilità di costituire una piccola “Cittadella della solidarietà”; una struttura che raccordi tutti gli attori del settore, evitando di disperdere le forze e le energie di quanti operano nel territorio

 

Ricordato che la precedente amministrazione aveva in progetto la costituzione della Rete Sociale, la necessità di convogliare verso un unico soggetto referente, tutte o molta parte delle attività sociali del mondo associazionistico.

 

 

 

Considerato….che la Cittadella potrebbe essere un organismo che raccorda tutti gli attori del settore, evitando di disperdere le forze e le energie di quanti operano nel territorio. Il progetto, dunque, vorrebbe veder riunite sotto un’unica struttura gli uffici del Centro di Volontariato e delle altre associazioni cittadine, riservando loro spazi modulari e flessibili per uso temporaneo e/o continuativo dove poter promuovere e portare avanti le varie attività organizzative. A tal fine, sarebbe necessario un piano razionale volto a reperire le risorse per la realizzazione del progetto, che dovrà vedere il Comune di Piombino impegnato in prima persona insieme agli ordini ecclesiastici e comunità parrocchiali, ma anche privati con donazioni e la promozione di raccolte fondi.

 

Valutato che la “Cittadella della Solidarietà” rappresenterebbe un luogo dove le diverse associazioni potrebbero programmare, e mettere in atto i loro obbiettivi a favore del terzo settore, agendo singolarmente e in maniera integrata; uno spazio dove, grazie al supporto di strategie di comunicazione e attivazione di info point, si potrebbero sensibilizzare i cittadini sui temi della solidarietà e del volontariato.

 

 

Ritenuto opportuno porre una crescente attenzione al problema sociale di crescita delle povertà, quindi della necessità di un crescente mutualismo organizzato e sostenuto da un coordinamento fra mondo dell’associazionismo e amministrazione comunale

 

 

IMPEGNA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ad intraprendere un percorso con il mondo dell’associazionismo e del volontariato sociale che guardi alla possibilità di organizzare efficacemente risposte di accoglienza e sostegno temporaneo alle persone che ne palesino evidenti necessità. La programmazione auspica la necessità di un crono programma che possa scandire i tempi per portare le associazioni a fare rete, costituire quindi la migliore struttura possibile ospitante per semplificare ed ottimizzare economicamente la gestione di questo fenomeno di emergenza sociale.

 

Riccardo Gelichi

Presidente Ascolta Piombino